Ebbene sì, Windows 7 si puo' aggiornare e gratis!

Chi può farlo?  Tutti coloro che hanno una licenza antecedente a Windows 10 e quindi tutti coloro che hanno Windows 7 o Windows 8 (ed anche Windows Xp).

Come ottenere Windows 10

Intanto state tranquilli, non solo l’aggiornamento a Windows 10 è gratis ma non c’è pericolo per i dati nel Pc. Certo un backup del PC non solo è sempre e comunque fortemente necessario ma quando si mettono le mani sul Sistema Operativo diciamo che il backup è indispensabile, quindi fatelo!

Si tratta di un metodo legale e che prevede due strade di aggiornamento:

  1. l’installazione su chiavetta USB
  2. direttamente dal computer con Windows 7.

Come fare l’aggiornamento?

Semplice: utilizzando uno strumento ufficiale Microsoft che si chiama Media Creation Tool  che serve in entrambi i casi quindi, per prima cosa scaricatelo qui.

Con il MCT (Media Creation Tool) scarichi la ISO di Windows 10 ed effettui un’installazione pulita, non solo, ma senza correre il rischio di perdere la licenza che hai già attiva sul tuo computer con Windows 7.

Aprite la pagina del MCT e cliccate sopra a “Seleziona l’edizione” e scegliete “Windows 10“. Cliccate poi su “Conferma“.

Quando avrete terminato l’installazione del programma, lanciatelo e scegliete tra:

  • A) Aggiorna il PC ora
  • B) Crea un supporto di installazione per un altro PC.

Nel caso A, Windows 10 sarà installato nel computer mentre nel caso B potrete “trasferire” il sistema operativo e la licenza in uso su un’altra macchina sprovvista di sistema operativo.

Scegliendo A il Media Creation Tool avvia automaticamente il download e l’installazione del sistema operativo Microsoft sul proprio computer, verrà scaricata che l’immagine di Windows 10  dai server Microsoft quindi semplicemente seguite la procedura guidata per la sua installazione.

Se invece volete passare tutto su chiavetta USB, scegliete B e seguite la procedura guidata che vi aiuterà ad effettuare un supporto di installazione per un altro PC.

Serve una mano ? Contattateci, SosSmart è qui per questo


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *